FAI UNA DONAZIONE

Finanzia le iniziative di Netdipendenza onlus

 SALUTE


TECNOSTRESS IN AZIENDA, il nuovo libro di Enzo Di Frenna

Il primo libro sul rapporto tra tecnostress e rischio d'impresa. Con i risultati di una ricerca condotto su un campione di 224 operatori Ict. E interviste a importanti manager italiani. Come Fabio Falzea di Microsoft.

 

[17.11.2007] di redazione - da Roma

Il libro “Tecnostress in azienda: Mobil Work Life Management e rischio d’impresa”, scritto da Enzo Di Frenna, giornalista e presidente di Netdipendenza Onlus, sarà presentato martedì 27 novembre, presso l’Unione del Commercio di Milano (corso Venezia 49) all’interno del MobilWorkLife Forum, l’evento promosso da Asseprim e organizzato da Wireless: un’intera giornata per discutere di tecnostress, e-mail dipendenza , “connessione continua” e il rischio conseguente per l’impresa moderna. Sarà un’occasione di confronto per manager, imprenditori, dirigenti, dipendenti: i rtimi veloci e grandi carichi di impegni, abbinati a un uso massicio delle tecnologie, prossono produrre come risulttato un calo della concetrazione, dell’efficacia lavorativa, e dunque, in definitiva, un danno economico per l’azienda. In America, per esempio, la società informatica Basex ha calcolato che le interruzioni sul posto di lavoro - che scaturiscono dal tecnostress, multitasking e deficit di attenzione - costano all’economia statunitense 588 miliardi di dollari l’anno. E in Italia?

Il libro di Frenna è la prima ricerca sul tecnostress in Italia, con un focus sul rapporto “management e imprese”. Contiene inoltre i risultati di un sondaggio sul tecnostress effettuato su un campione di 224 operatori di comunicazione mobile e Ict, che saranno presentati in esclusiva al MobilWorkLife Forum, in programma a Milano.

Sono inoltre riportate le testimonianze di molti imprenditori italiani, tra cui Fabio Falzea, direttore Divisione Microsoft Mobile end Embedded; Alessandro Orlandi, Interactive e creative director di Saatchi & Saatchi; Vincenzo Finazzi, direttore del personale di Zurich Italia; Stefano Mazzuoli, area manager Metis; Saro Trovato, presidente di Metacomunicazione; Nello Acampora, direttore generale di Hi Peromarce; Stefano Orioli, amministratore di Fast Telematica; Daniela Ceruti, vicesegretario generale Unione del Commercio di Milano; Gianluigi Ferri, ceo di Wireless; Alessandro Madaffari, responsabile formazione Kreiamo.

“Tecnostress in azienda” è stato pubblicato da Edizioni Netdipendenza Onlus, la prima associazione no profit per la prevenzione delle videodipendenze e sindromi correlate (tecnostress, information overload, multitasking, e mail dipendenza, tv dipendenza, videogames addiction).